Cerca

Forever

Con la pandemia Covid è aumentato anche il peso dei bambini, come tenere a freno l'obesità?

All'interno di una coorte ampia e diversificata, i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni sono aumentati di peso durante la pandemia. Che cosa è necessario fare per evitare che la situazione possa peggiorare?

Con la pandemia Covid è aumentato anche il peso dei bambini, come tenere a freno l'obesità

Sebbene l'aumento di peso durante la pandemia sia stato già osservato negli adulti, mancavano fino ad alcune settimane fa le prove empiriche sul fatto che i ragazzi siano stati interessati dall’incremento ponderale in modo del tutto simile. Uno studio pubblicato da poco su JAMA ha cercato di indagare l’eventuale aumento di peso dei ragazzi durante la pandemia. Utilizzando i dati della cartella clinica elettronica del “Kaiser Permanente Southern California”, i ricercatori hanno studiato i ragazzi dai 5 ai 17 anni che avevano almeno una misurazione dell'indice di massa corporea (BMI) prima della pandemia e almeno un’altra valutazione al fine di monitorare i cambiamenti di peso associati alla pandemia. Su un totale di 191.509 ragazzi, il 49,6% era di sesso femminile, l'età media era di 11,6 anni e il BMI medio pre-pandemia era di 20,7.  Dopo aver aggiustato per le caratteristiche demografiche e socioeconomiche, i principali risultati relativi al peso per fascia di età (5-11, 12-15 e 16-17 anni all'inizio della pandemia) sono stati: Aumento dell'IMC dalla mediana per età/sesso: nella classe di età 5-11 anni era = 1,6; nella classe di età 12-15 anni = 0,9 e in quella di 16-17 anni = 0,5. Aumento di peso medio corretto per l'altezza: nella classe di età 5-11 anni era = 2,3 kg; nella classe di età 12-15 anni = 2,3 kg e in quella di 16-17 anni = 1,0 kg. Aumento assoluto della percentuale di sovrappeso o obesità: nella classe di età 5-11 anni era = 8,7%; nella classe di età 12-15 anni = 5,2% e in quella di 16-17 anni = 3,1%.

Se questi risultati sono generalizzabili, i bambini dai 5 ai 15 anni hanno guadagnato in media 2,3 Kg in più durante la pandemia rispetto a prima. Ora più che mai, quindi, in questa particolare fase di transizione epidemica, è necessario che i Servizi di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione (SIAN) delle ASL siano messi nella condizione (ovvero di essere dotati di adeguate risorse umane) di condurre gli interventi, rivolti a bambini e ragazzi della scuola dell’obbligo, di educazione nutrizionale basati su prove di efficacia. Ricordo che un intervento di educazione nutrizionale che ha prodotto evidenze di efficacia è stato quello di “Porta la frutta a scuola”, il quale ha determinato non solo il cambiamento in positivo delle abitudini alimentari dei ragazzi, ma anche quello dei genitori, oltre che degli insegnanti ed ha ridotto la prevalenza di soggetti in sovrappeso. [2]

Bibliografia

1 . Woolford SJ, Sidell M, Li X, Else V, Young DR, Resnicow K, Koebnick C. Changes in Body Mass Index Among Children and Adolescents During the COVID-19 Pandemic. JAMA. 2021 Aug 27. doi: 10.1001/jama.2021.15036. Epub ahead of print. PMID: 34448817.

2 . Panunzio MF, Caporizzi R, Antoniciello A, Cela EP, D'Ambrosio P, Ferguson LR, Ruggeri S, Ugolini G, Carella F, Lagravinese D. Training the teachers for improving primary schoolchildren's fruit and vegetables intake: a randomized controlled trial. Ann Ig. 2011 May-Jun;23(3):249-60. PMID: 22013704.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

F. Michele Panunzio

F. Michele Panunzio

La prevenzione nutrizionale è la più potente medicina, ma non ama la solitudine. Ancelle le sono tutte le altre discipline mediche. Si accontenta di stare in disparte, ma in cuor suo sa di essere la padrona di casa per accogliere tutti. Non è esclusiva, né ha la puzza sotto il naso. Amo la prevenzione nutrizionale, fu amore a prima vista. Scelsi di fare il medico-igienista, ma anche di laurearmi in nutrizione umana, connubio perfetto per la mia professione. La collettività e l’individuo, il gruppo ed il singolo, i sani ed i malati, la prevenzione nutrizionale è per tutti ed è per sempre. Rispondo alle vostre domande, inviatele a: redazione@ilmattinodifoggia.it

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione