Cerca

Le nuvole parlanti

Francesca Di Gioia e quelle "Fantasmesse" ancora in vita

Storico dell'arte, giornalista, blogger, autrice di romanzi di successo Francesca Di Gioia con il suo nuovo libro "Riposate in pace", una raccolta di racconti tratte dalle pagine del blog "Profeti e Sibille", su Il Mattino di Foggia, ci fa scoprire la storia di donne straordinarie del passato la cui memoria sopravvive ancora oggi.

Francesca Di Gioia e quelle "Fantasmesse" ancora in vita

Sono Matelda, Olimpia, Emilia, Costanza e soprattutto Elena, tutte donne che prima di essere "fantasmesse", hanno vissuto in luoghi bellissimi e pieni di storia. Il libro si legge tutto d'un fiato, merito della scrittrice che con la sua ironia ed eleganza, riesce a rendere meno ostici anche rimandi ad avvenimenti non proprio conosciuti da tutti. La Di Gioia del resto già con il suo precedente romanzo "La leonessa lasciva", ci aveva fatto immergere nelle atmosfere dark della Firenze del Savonarola.

Francesca come è nato il libro "Riposate in pace"?
Il libro nasce dal fatto che a Venezia, dove ho abitato per diversi anni, avevo pensato di concludere questa specie di sequenza con una storia inedita. Il libro è infatti dedicato ad Elena, il fantasma del Campiello del Remer, che ha vissuto in un ambiente come quello di Venezia che è misterico per eccellenza.

Tra tutte qual è il personaggio che ti ha colpita di più?
Mi sarebbe piaciuto essere Olimpia Maidalchini, donna ambiziosa e senza scrupoli, famelica ed assetata di soldi e potere, che manipolò persino il Papa del tempo.

Secondo te esiste qualcosa che accomuna tutti i personaggi?
Tutte hanno abitato in luoghi fantastici e straordinari che a tutt'oggi conservano questo fascino unico, che nel libro tento di far rivivere.

In un ipotetico futuro da fantasmessa dove vorresti stare?
A piazza del Lago a Foggia, il cuore della città,  anche se il castello di Poppi non è niente male...

"Riposate in pace" avrà un sequel? Magari dedicato alle "fantasmesse" della nostra città?
Ci sono talmente tanti morti viventi che scrivere di fantasmi sarebbe scomodare l'aldilà lì dove già l'aldiquà è stato piuttosto generoso

Qual è il tuo prossimo lavoro?
Sto per pubblicare "Note d'arsenico", un thriller storico-artistico dalle atmosfere noir che ruota attorno al Musico di Caravaggio e al suo doppio. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

Alessia Paragone

Alessia Paragone

Laureata in Materie letterarie presso l'Università degli studi de L'Aquila, docente presso l'Istituto Comprensivo Santa Chiara Pascoli Altamura di Foggia, giornalista pubblicista dal 1996.Ha collaborato e scritto per numerose testate locali e nazionali specializzate nel settore fumetto. Tra le sue passioni il mondo delle nuvole parlanti e l'arte come fuga dalla normalità.

 

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione