Cerca

Il ricordo del senatore foggiano

Muore Gabriele Mazzone, Tarquinio: «Bandiera politica e umana della Capitanata»

«Un maestro di vita, che ci ha insegnato la pazienza e la fedeltà ai valori democratici cristiani anche nella parabola successiva alla fine della DC, dal Pppi al Cdu alla Cdl. Per me e Raffaele Fitto un imprescindibile punto di riferimento», dice Lucio Tarquinio

Muore Gabriele Mazzone, Tarquinio: «Bandiera politica e umana della Capitanata»

Gabriele Mazzone

Era nato a Monte Sant'Angelo, ma viveva da tempo a Manfredonia, dove domattina si svolgeranno i funerali, alle ore 10.30 nella chiesa della Santissima Trinità. Gabriele Mazzone lascia un vuoto anche nei rapporti tra la politica e il mondo dell'informazione, sempre disponibile, affabile, com'era, con tutti i giornalisti, senza mai manifestare una sgarbatezza o trincerarsi in quell'autorevolezza che pure gli apparteneva per la grossa esperienza umana e politica maturata: «Gentiluomo una volta, gentiluomo sempre, gentiluomo fino all'ultimo», potremmo dire di lui con Charles Dickens. Per questo vogliamo ricordarlo con maggiore affetto, nella vicinanza alla sua famiglia.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione