Cerca

Il focus

Come si usa il vincotto

Stiamo facendo riferimento ad un prodotto che veniva usato già nell’antichità e che, nel corso degli ultimi anni, sta diventando importante anche nell’ambito della cucina gourmet

Come si usa il vincotto

È chiaro che chi si approccia per la prima volta a questo prodotto ha bisogno di una serie di suggerimenti per realizzare degli ottimi e gustosi piatti.

Quando si parla di Vincotto, si fa riferimento a un termine piuttosto generico, che è usato in modo particolare nelle terre del sud, nello specifico tra le regioni della Puglia, della Calabria e della Basilicata. Con tale termine si va a indicare il mosto fresco di uva cotto. Spesso e volentieri, questo mosto fresco di uva cotto viene realizzato a partire da delle uve rosse oppure bianche coltivate in Puglia, anche se è chiaro che in ogni regione c’è una tradizione e una preparazione differente. Tra l’altro, online ci sono numerose piattaforme dove poter comprare questo e tanti altri prodotti di qualità: comprare il vincotto qui è veramente un gioco da ragazzi.

Un preparato con una storia piuttosto importante alle spalle

Ha la forma rotonda ed è piuttosto dolce ed è interessante mettere in evidenza come venga ribattezzato in modi differenti in relazione alla zona da cui proviene. Giusto per fare un esempio, in Salento il vincotto è stato denominato Cuettu: si tratta di un termine che ha come scopo proprio quello di evidenziare che si tratta di un mosto cotto. Stiamo facendo riferimento ad un prodotto che veniva usato già nell’antichità e che, nel corso degli ultimi anni, sta diventando importante anche nell’ambito della cucina gourmet. In origine, il mosto di uva cotto veniva impiegato come un vero e proprio condimento per gli arrosti, piuttosto che come dolcificante per quanto riguarda i dessert. Al giorno d’oggi, i vari impieghi possibili in cucina non sono cambiati poi così tanto, ma c’è chiaramente un’accortezza e un’attenzione maggiori per esaltarlo ancora di più. Non è affatto un caso, infatti, che gli antichi romani utilizzavano il vincotto insieme all’acqua, in maniera tale da ricavare una bevanda che fosse in grado di garantire un alto livello di energia, ma che fosse al contempo anche sufficientemente dolce, senza dimenticare anche l’effetto finale particolarmente inebriante. Uno dei prodotti che più si avvicinano al vincotto è certamente la saba: si tratta di uno sciroppo classico che viene utilizzato spesso e volentieri nella cucina in Sardegna, ma anche in quella romagnola. Molto importante non fare confusione tra il vincotto e il vino cotto che arriva da regioni come Abruzzo e Marche, dal momento che quest’ultimo corrisponde a una confettura d’uva Clinton, che viene miscelata con patate, zucca e mele.

L’uso del vincotto per preparare deliziose ricette salate

È chiaro che chi si approccia per la prima volta a questo prodotto ha bisogno di una serie di suggerimenti per realizzare degli ottimi e gustosi piatti. Per esaltare le proprie ricette serve, prima di tutto, optare per un vincotto che sia sufficientemente di qualità, in maniera tale da poterlo usare in un gran numero di ricette, specialmente per la preparazione di secondi di carne. Le carni che hanno quelle caratteristiche tali per mettere in risalto la sapidità piuttosto dolciastra di questo prodotto sono certamente quelle del maiale, con la preparazione di piatti sia in padella sia al forno. Cucinando il maiale con il vincotto in forno, ecco che la carne tenderà a diventare molto più morbida, fino ad avere un sapore estremamente gustoso, con il quale si insaporirà a dovere, senza dover aggiungere spezie o altro sale. Con una cottura in padella, invece, la cosa migliore di questa combinazione è che il grasso della carne andrà a miscelarsi alla perfezione con il vincotto. In questo modo, si realizzerà una salsa estremamente gustosa, con cui si potrà fare la classica scarpetta. Altrimenti, il vincotto torna decisamente utile per la preparazione di un gran numero di piatti di montagna. Basti pensare a un piatto tipico come gli spaghetti con noci e cipolle, usando il vincotto per creare un bel soffritto. Una ricetta decisamente facile da realizzare e anche molto rapida, con la guarnizione che sarà rappresentata da pepe, sale e parmigiano a scaglie.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione