Cerca

Il fatto di cronaca

Resta in carcere il costruttore foggiano che tentò di uccidere il boss e il figlio di 15 anni

Anche il Gip del tribunale di Roma ha confermato l'arresto e la detenzione in carcere per Antonio Fratianni, 56 anni, costruttore foggiano, in cella dal 2 agosto perche' accusato del duplice tentato omicidio del boss Antonello Francavilla e del figlio 15enne

Avrebbe dovuto restituire 600mila euro l'imprenditore edile accusato del duplice tentato omicidio del boss di Foggia Antonello Francavilla e del figlio 15enne

Il luogo dell'agguato ad Antonello Francavilla, a Nettuno

Il Gip capitolino ha ribadito la sussistenza sia dei gravi indizi sia della mafiosita' per metodo utilizzato nell'esecuzione dell'agguato e perche' il costruttore viene ritenuto "testa di legno asservita agli interessi del clan e collettore di somme di provenienza illecita del sodalizio mafioso".

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione