Cerca

La sentenza

Confermata la condanna per i cugini Iannoli, accusati di aver tentato di ammazzare il boss Raduano di Vieste

E' stata confermata in appello la condanna a 14 anni e 6 mesi di reclusione per i cugini Claudio e Giovanni Iannoli, 46 e 36 anni, accusati del tentato omicidio del presunto boss Marco Raduano, il 21 marzo del 2018 a Vieste

immagini di repertorio

Secondo la ricostruzione dell'accusa, la sera del 21 marzo dei 2018 i killer armati di mitra e fucile tentarono di uccidere il capo clan Raduano ferendolo alla gamba, alle braccia e all'anca. Quest'ultimo riusci' a sfuggire all'agguato rifugiandosi a casa di un parente. I due cugini furono arrestati nell'operazione "Scacco al Re" del giugno 2019.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione