Cerca

Cronaca vera

Foggia, picchia una donna e figlio sospettando che gli avessero rotto la zanzariera

Il motivo dell'aggressione sarebbe molto banale: l'uomo sospettava che il giovane gli avesse danneggiato una zanzariera nella sua abitazione. Sul posto, un appartamento al piano terra, sono intervenuti gli agenti delle Volanti della Questura di Foggia.

Foggia, picchia una donna e figlio sospettando che gli avessero rotto la zanzariera

Immagine di repertorio, non riferibile all'accaduto

Una donna di 38 anni e il figlio minorenne sono stati aggrediti in casa, nel pieno centro storico di Foggia, da un uomo conosciuto dal giovane che ha insultato e minacciato entrambi, poi ha fatto rovinare a terra la prima con uno spintone e infine ha sferrato un pugno violento in faccia al ragazzo, intervenuto in soccorso della madre, procurandogli delle ferite al viso e rompendogli gli occhiali da vista. Sul posto è intervenuta una ambulanza del 118 che ha soccorso entrambi.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione