Cerca

A San Marco in Lamis la criminalitĂ  non lascia in pace neppure i Conventi

Malviventi mettono a soqquadro il santuario di S. Maria di Stignano

Nel mirino dei ladri il pozzo monumentale e un’antica cattedra settecentesca. Danni per milioni di euro.

Malviventi mettono a soqquadro il santuario di S. Maria di Stignano

Il pozzo che hanno tentato di asportare a Stignano

Domenica notte, infatti,  ignoti si sono introdotti nel monastero intenzionati a trafugare il pozzo monumentale (risalente al 1576) ospitato nel secondo chiostro e l’antica cattedra dell’Aula Magna del Convento (parte dell’antica Cantoria settecentesca forse andata distrutta in uno degli incendi che in passato devastarono Chiesa e Convento). Un piano studiato da tempo: sapevano che di notte l’abbazia è praticamente incustodita (anche se da novembre è stato stipulato un contratto di vigilanza con un istituto del posto) ma qualcosa alla fine fortunatamente  è andato storto.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione