Cerca

Almanacco dauno

Oggi, 18 ottobre 1651, a Foggia viene innalzato l'Epitaffio: il "faro" che indicava ai pastori abruzzesi il ritorno verso casa

L’epitaffio (in dialetto u patàffie) è uno di quei pochi monumenti che ci restano dopo diversi secoli e che hanno resistito a terremoti e ai bombardamenti dell’ultima guerra.

Oggi, 18 ottobre 1651, a Foggia viene innalzato l'Epitaffio: il "faro" che indicava ai pastori abruzzesi il ritorno verso casa

L'Epitaffio, in via Manzoni, a Foggia

All’inizio di via Manzoni (che una volta si chiamava appunto via Epitaffio) esso rappresenta il punto di incrocio tra i tra i due tratturi, l’uno proveniente da L’Aquila (243 Km), l’altro da Celano (207 Km) e quindi è legato al fenomeno della transumanza.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione