Cerca

Decapitato il clan Moretti-Pellegrino-Lanza

Criminalità: «Brigadiere sono io, non mi sparate», catturato il boss Pasquale Moretti

Ieri sera nel corso della perquisizione gli agenti di polizia hanno sequestrato una divisa della Guardia di Finanza munita di alamari, delle ricetrasmittenti, un cannocchiale con il quale , verosimilmente, osservava l'avvicinarsi di auto ed una maschera antigas nonché la somma in contanti di 820 euro.

Si nascondeva in un casolare di campagna in contrada Sanbuchello in agro di San Marco in Lamis. Ricercato dallo scorso sei giugno, Pasquale Moretti, insieme al padre Rocco e a Vincenzo Antonio Pellegrino è al vertice della batteria criminale “Moretti-Pellegrino-Lanza. Era scalzo, impreparato all'arrivo dei poliziotti. Ha tentato di fuggire, lanciandosi da una finestra nella parte posteriore della villetta che lo ha ospitato durante la latitanza. Non un rifugio di fortuna, ma un'abitazione dotata di ogni confort: aveva con sé provviste di ogni tipo, una cucina attrezzata, un televisore, finanche un camino per riscaldarsi nelle lunghe notti d'inverno.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione