Cerca

Verso il Colle

Emiliano a Montecitorio per l'assemblea dei grandi elettori: «Draghi non è l'unico che può fare il presidente». Renzi? «Mi ricorda Jannacci»

«I partiti non riescono ad avere una idea su una personalita' alternativa, si arriva quindi a Draghi quasi per default. Non credo sia una cosa positiva», aveva dichiarato il governatore della Puglia ospite della puntata Metropolis

Dunque preferisce Draghi a Palazzo Chigi? Ha incalzato il direttore dell'AGI, Mario Sechi. «Sto solo dicendo come dovrebbe funzionare, poi mi immagino che non ci sia solo Draghi che possa fare il presidente del Consiglio in questo Paese», la risposta di Emiliano tra gli ospiti del nuovo appuntamento organizzato dall'AGI nell'ambito della Conferenza sul Futuro dell'Europa.

"La cosa che stupisce e' che in questo Paese nonostante una centralita' di Draghi sulla gestione dell'Esecutivo, diventa centrale anche per la presidenza della Repubblica. Il centrodestra non e' l'unico soggetto che puo' fare un nome. Anche noi siamo un po' in difficolta'" nel centrosinistra, "non abbiamo individuato una figura che potrebbe dare una soluzione al rebus", sono state le dichiarazioni di Michele Emiliano che nel video vedete insieme al collega del Piemonte Cirio varcare la soglia di Montecitorio per l'assemblea dei grandi elettori.

 Ad una domanda sul ruolo di Renzi sul voto del presidente della Repubblica, Emiliano ha detto: "Renzi mi ricorda quella canzone di Jannacci che dice 'per vedere l'effetto che fa', è in una fase psicologica di questo genere. Lui è un genialoide ed è possibile che abbia un'altra felice intuizione come può essere che faccia un autogol gigantesco".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione