Cerca

Verso le elezioni

Doppia sberla di Dario Stefàno a Letta e Emiliano: «Lascio il PD, non è più riformista. In Puglia alleato con un civismo opaco, per scambio di voti»

«Ho deciso di non candidarmi con questo Partito Democratico alle prossime elezioni parlamentari e di consegnare al segretario Letta la tessera. La mia è una decisione sofferta, determinata da una serie di errori di valutazione che il Pd sta continuando a inanellare»

Doppia sberla, di Dario Stefàno a Letta e Emiliano: «Lascio il PD, non è più riformista. In  Puglia alleato con un civismo opaco, per scambio di voti »

Dario Stefano

«Nella mia regione, la Puglia, il Pd sta invece instaurando un sodalizio con un civismo opaco e di convenienza, in una pura logica di "scambio di voti", negoziando postazioni istituzionali e luoghi di potere, con cui personalmente non ho ragione di condividere nulla», dice il senatore salentino facendo evidente riferimento a Michele Emiliano

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione