Cerca

Il libro

I pugliesi mandati a morire dai comunisti del filoamericano Letta nei gulag di mamma Russia

La Storia è una credenza meravigliosa: conserva tutto e ti restituisce verità che urlano al passato che hai finto di dimenticare, rifacendoti la verginità sotto le lenzuola della libertà, dell'europeismo, della dignità dei popoli

I pugliesi mandati a morire dai comunisti del filoamericano Letta nei gulag di mamma Russia

Dalle lenzuola filoamericane di Letta spuntano crimini orribili compiuti dai padri fondatori del suo partito d'origine (se il Pd non rinnega le radici comuniste) in combutta con mamma Russia, la stessa che oggi Putin vuole riportare in vita. Sono raccolti in 575 pagine da Francesco Bigazzi ne "Il libro nero degli italiani nei gulag" (LEG edizioni), in cui figurano anche i nomi dei pugliesi emigrati in Russia su invito dello zar, che intendeva metterne a frutto la laboriosità nel campo dell'agricoltura e della pesca. Un migliaio di costoro furono deportati durante la guerra per il semplice sospetto che potessero essere in contatto con la madrepatria mussoliniana, e poi fatti sparire in remoti gulag asiatici, dove finirono per soccombere quasi tutti di stenti. Leggi tutto

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione