Cerca

L'emergenza

Sasso bacchetta Lamorgese: «Contro la criminalità a Foggia lo Stato faccia lo Stato, ci vogliono più divise e meno promesse»

"La visita a Foggia del ministro degli Interni, Luciana Lamorgese, è un segnale purtroppo insufficiente e che arriva in ritardo rispetto all'escalation di episodi di violenza che si verificano da tempo in città e nei territori della provincia".

Scuola, il Sasso pugliese in fronte al lucano Speranza

Il pugliese Rossano Sasso, sottosegretario all'Istruzione

"Il ministro ha parlato genericamente di rinforzi per il territorio, ma è indubbio che ci voglia un contingente assai corposo di forze dell'ordine da inviare al più presto: parliamo di una provincia che conta 600.000 abitanti e che è estesa quasi quanto tutto il Friuli-Venezia Giulia, quindi i numeri devono essere adeguati. I foggiani meritano rispetto e alla illegalità si deve rispondere in modo duro: ci vogliono più divise e meno promesse", dice il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso, nel sollecitare un coinvolgimento delle realtà educative ed imprenditoriali «eccellenti» del territorio

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione