Cerca

Il fatto politico

Ciao, ciao, Salvini: il gruppo giovanile di 80 ragazzi della provincia di Foggia lascia la Lega

Considerati solo come "una forza lavoro da impiegare nelle manifestazioni di partito, in campagna elettorale, nelle primarie e nelle manifestazioni in piazza per lo svolgimento di mansioni ritenute poco consone da dirigenti amanti delle passerelle e della comodità".

Ciao, ciao, Salvini: il gruppo giovanile di 80 ragazzi della provincia di Foggia lascia la Lega

Il gruppo giovanile della Lega che ha lasciato il partito

"Sparisce davvero, allora, - si legge nella nota -  la vera forza della Lega in Capitanata, costituita da ragazzi di buona volontà che più volte hanno sacrificato il loro tempo (soprattutto i weekend) montando gazebo (perlopiù alle 8.00 di mattina), facendo volantinaggio per promuovere le ultime proposte del partito o per sponsorizzare un candidato, dando non il 100% ma il 200% ad un partito i cui quadri dirigenziali hanno ritenuto più idoneo – a partire dalla fondazione di Lega Giovani in Capitanata - reputare i propri ragazzi come semplice manovalanza".

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Franco CUTTANO

    30 Settembre 2019 - 21:47

    Se questi giovani avessero avuto la fortuna di leggere il libro di Pino Aprile "TERRONI" avrebbero potuto evitare la delusione

    Report

    Rispondi

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione