Cerca

L'importante tematica al centro della 41esima edizione delle Giornate Mediche Daune

I medici foggiani e la comunicazione del benessere, oltre la parola

Nella tre giorni di dibattito, più di trenta i relatori per il confronto formativo

I medici foggiani e la comunicazione del benessere, oltre la parola

Un momento dei diversi confronti tenuti alle Giornate Mediche Daune

La comunicazione è un elemento fondamentale della vita sociale, in ambito lavorativo e, in questo caso, medico. Questa attività, nei diversi ambiti in cui viene svolta, risulta molto influenzata dal rapporto con il paziente, che è molto complesso, innanzitutto in quanto tratta la salute delle persone, che è un aspetto basico della nostra esistenza, attraverso un sapere scientifico, che coinvolge soggetti che spesso hanno conoscenze culturali molto diverse.
L’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Foggia anche quest’anno  ha organizzato le “Giornate Mediche Daune”. L’evento, giunto alla 41° edizione, ha avuto come titolo “La Comunicazione oltre la parola!”. Scopo degli incontri è stato l’aggiornamento formativo degli iscritti, attraverso una serie di relazioni e dibattiti che si sono svolti dal 17 al 19 ottobre presso l’auditorium “Pasquale Trecca” nella sede dell’ordine, in via Acquaviva a Foggia. Il corso riservato a 150 medici, ha visto la partecipazione di  circa trenta relatori, che si sono avvicendati nel denso programma, durante il quale sono stati anche previsti: una breve rappresentazione teatrale, presentazioni di filmati, fasi pratiche di lavoro interattivo e verifiche orali. L’inaugurazione, nel pomeriggio di giovedì,  è stata seguita di Maria Teresa Vaccaro, pediatra e consigliere dell’Ordine, coordinatrice della Commissione ECM-FNOMCEO di Foggia, che ha spiegato le motivazioni che hanno portato alla scelta del tema della manifestazione; la comunicazione è un elemento fondamentale della vita sociale, in ambito lavorativo e, in questo caso, medico. Questa attività, nei diversi ambiti in cui viene svolta, ospedaliera, territoriale, professionale, ecc., risulta molto influenzata dal rapporto con il paziente, che è molto complesso, innanzitutto in quanto tratta la salute delle persone, che è un aspetto basico della nostra esistenza, attraverso un sapere scientifico, che coinvolge soggetti che spesso hanno conoscenze culturali molto diverse. Inoltre coloro che richiedono prestazioni sanitarie si trovano spesso in una situazione di malattia, quindi di sofferenza, che è un ulteriore fattore che si innesta nella relazione umana che si crea tra le parti in oggetto. Un punto molto importante attiene poi al risultato delle terapie prescritte, che, secondo le indagini svolte, è influenzato da una buona comunicazione, innanzitutto per una completa comprensione delle prescrizioni ed anche per gli aspetti emotivi che entrano in gioco nella valutazione della diagnosi.

LEGGI TUTTO SULL'EDIZIONE DIGITALE DE "IL MATTINO DI FOGGIA" DI OGGI (20-10-2013), CLICCA QUI

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione