Cerca

Martedi 1 e mercoledi 2 marzo, ore 21.00

Teatro Giordano, lo scoppiettante umorismo di Vincenzo Salemme

"Sogni e bisogni – Incubi e risvegli", la commedia che porta in scena un personaggio grigio e scialbo in eterno conflitto con il suo organo sessuale, che pretende una grandeur degna dei suoi istinti

Teatro Giordano, lo scoppiettante umorismo di Vincenzo Salemme

La stagione di prosa del Teatro Umberto Giordano di Foggia proseguirà martedì 1 e mercoledì 2 Marzo, alle ore 21, con una commedia dall’umorismo scoppiettante, tra tante risate e riflessioni: si tratta di "Sogni e bisogni – Incubi e risvegli", scritta, diretta e interpretata da Vincenzo Salemme, tra le massime espressioni del teatro comico partenopeo. Lo spettacolo, prodotto da Diana Or.I.S. e “Chi è di scena”, ha per protagonista non un essere umano vero e proprio, ma qella particolare "pars corporis" di un uomo. Questo spettacolo nasce dalla ripresa di una sua stessa commedia del 1995, in cui lo spunto è il celebre romanzo di Alberto Moravia, "Io e lui", virato in farsa teatrale. Ma a differenza del racconto di Moravia, dove il “lui” in questione era solo una voce, in questa commedia il più famoso e significativo organo del sesso maschile si stacca materialmente dal corpo del suo “titolare” e diventa egli stesso uomo, rivendicando una sorta di riconoscimento scenico, uno status di vero e proprio protagonista della vita...

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione