Cerca

Il caso che fa discutere

Coronavirus, il parroco del "venerdì Santo" affollato a San Marco in Lamis: «Ho agito in buona fede, mi viene da piangere»

«E' stato fatto tutto in buona fede», dice don Matteo Ferro. «Dovevamo stare tutti a casa. E' sfuggito un po' di mano. Purtroppo, e' capitato. Mi spiace, chiedo scusa alla comunita', chiedo scusa a tutti i fedeli».

Coronavirus, il parroco del "venerdì Santo" affollato a San Marco in Lamis: «Ho agito in buona fede, mi viene da piangere»

Don Matteo Ferro, parroco di San Marco in Lamis (Ph dal suo profilo FB)

«In questo momento sono confuso, amareggiato. Mi auto accuso, mi viene da piangere», dice il sacerdote asciugandosi le lacrime. «Chi mi vuole crocifiggere, condannare può farlo. Ma bisogna capire che tutto e' stato fatto in buona fede. Io amo la mia gente, amo il mio sacerdozio anche se in questo momento vivo questa sofferenza interiore»

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione