Cerca

La protesta

Emiliano mette a loro disposizione "Casa Sankara" ma i migranti africani non vogliono trasferirsi dall'Arena degradata di San Severo

Una cinquantina di migranti africani della struttura ricettiva Arena di San Severo sta protestando da questa mattina davanti alla Prefettura di Foggia perche' non vuole trasferirsi nell'altra struttura d'accoglienza "Casa Sankara" che si trova lungo la statale 16, fuori dal centro abitato

Emiliano mette a loro disposizione "Casa Sankara" ma i migranti africani non vogliono trasferirsi dall'Arena degradata di San Severo

"Abbiamo trovato un lavoro ed una casa dignitosa. Se ci trasferiscono perdiamo la possibilita' di raggiungere il nostro posto di lavoro", dicono. Ma l'Arena - ormai inadeguata dal punto di vista igienico-sanitario in seguito all'emergenza abitativa creatasi dopo lo sgombero del vicino ghetto di Rignano - dovrebbe essere sgomberata per consentire il trasferimento dei migranti, che abitano in quel Centro da due anni, in strutture messe a disposizione della Regione Puglia.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione