Cerca

L'intervista

Bochicchio: «Se la Regione Basilicata non si muove, il Crob ha vita breve. A San Giovanni, da Padre Pio, la sfida dell'eccellenza»

Parla il nuovo direttore sanitario di "Casa Sollievo della Sofferenza", proveniente dall'ospedale oncologico di Rionero in Vulture. «La riorganizzazione del pronto soccorso è il primo obiettivo che mi sono dato», dice

Bochicchio: «Se la Regione Basilicata non si muove, il Crob ha vita breve. A San Giovanni, da Padre Pio, la sfida dell'eccellenza»

Giovanni Battista Bochicchio, direttore sanitario Casa Sollievo

«Dipende Regione Basilicata: se continuerà a non fare un piano oncologico regionale, non ridisegnare la rete dell’offerta in un territorio peraltro ristretto, in cui non è possibile che tutti facciano tutto, quindi selezionando veramente i punti in cui alcune prestazioni possono essere erogate, anche per livelli di sicurezza non solo peri opportunità, il Crob è destinato a vita breve»

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione