Cerca

lavori del consiglio regionale lucano

Ss7 Matera-Ferrandina, approvata la mozione Braia per il raddoppio e la messa in sicurezza

Con il documento sottoscritto da Polese, Cifarelli, Perrino, Leggieri e Carlucci si impegna la Giunta regionale a porre in essere ogni azione utile affinché la SS7 sia raddoppiata, inserendola tra le priorità urgenti da cantierare

«C’è una delibera per 350 mila euro ...», Braia (Iv) accende i riflettori sulla presenza della Basilicata ad Expo di Dubai

Luca Braia

Ecco - dunque - il sì all’unanimità alla mozione presentata dal consigliere Braia (Iv), e sottoscritta dai consiglieri Polese (Iv), Cifarelli (Pd), Perrino, Leggieri e Carlucci (M5s) sul raddoppio della SS7 Matera-Ferrandina

Con il documento si ricordano “gli ultimi incidenti stradali, purtroppo anche mortali, verificatisi sulla tratta che collega la città di Matera con la Basentana e l’incontro del 7 maggio scorso presso la Provincia di Matera con l’ingegnere Scalamandrè, responsabile nazionale delle nuove opere dell’Anas, per fare chiarezza sugli sviluppi legati all’arteria, dal quale è emerso – come dichiarato dall’Anas – che la Regione Basilicata è totalmente responsabile della mancata realizzazione della strada statale 7”. Nell’evidenziare che: “Matera e la sua provincia non possono e non debbono essere totalmente esclusi da ogni opera di possibile miglioramento della viabilità stradale, la SS7 deve essere una priorità per questo sia Governo”, si impegna la Giunta regionale a: “Porre in essere ogni azione utile affinché la SS7 sia raddoppiata in tutto il suo tratto in lotti funzionali e indipendenti, inserendola tra le priorità urgenti da cantierare; a sbloccare tutto ciò che osta, a livello decisionale e politico, alla realizzazione dell’opera di allargamento dell’arteria in tempi immediati; a sollecitare l’Anas alla redazione del progetto”.

“L’impegno preso dal Consiglio Regionale è stato mantenuto e da oggi diventa uno dei temi che deve dettare l’azione amministrativa e politica. Approvata la mia mozione che impegna il Governo Regionale a dare priorità assoluta al raddoppio e alla messa in sicurezza della SS7. Come avevo annunciato a valle della manifestazione dei giorni scorsi con sindacati e sindaci dell’area, avrei portato avanti questa battaglia fino in fondo. Prendere atto, da parte del Consiglio regionale, che non si può più rinviare nel tempo il tema della sicurezza della viabilità regionale, partendo dalla statale che collega Ferrandina a Matera è un buon passo in avanti che dovrà coinvolgere anche le altre principali arterie. Ora proviamo a valorizzare questo impegno favorendo la connessione e la relazione in primis tra i due capoluoghi lucani, ma soprattutto per unire anche le aree interne con le tre aree industriali del materano, Valbasento, Iesce, La Martella e mettere il tutto in connessione con la ZES. Adesso che anche la posizione politica, per la quale ringrazio tutti i colleghi e le colleghe che la hanno votata, è stata portata a sintesi per un obiettivo condiviso, si convochi un incontro con il Ministro delle infrastrutture e si faccia una istanza comune. E’ inoltre la complementarietà delle due opere, SS7 e ferrovia Ferrandina-Matera, che dovrà essere finanziata anche per il prolungamento verso la dorsale Ionica, consentirà la soluzione di una serie di criticità nei collegamenti interni e verso le altre regioni che la Basilicata e il materano soprattutto da sempre vivono.” Lo dichiara il consigliere regionale Luca Braia, capogruppo Italia Viva.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione