Cerca

Ambiente

Cinquantesima Giornata Mondiale della Terra: per il 2020 una celebrazione “virtuale”

Le adesioni e le iniziative social in Basilicata

L’astronauta e autore del celebre scatto che riprendeva l’alba sulla Terra, William Anders al suo ritorno dalla missione spaziale del 1968, disse: «Abbiamo fatto tutta quella strada per esplorare la Luna e la cosa più importante che abbiamo scoperto è la Terra». La frase suona, nella cinquantesima giornata mondiale della Terra, come un monito all’umanità a prendersi cura della propria casa.

Il 22 aprile del 1970 è stata istituita dall’Onu la giornata per celebrare il pianeta Terra (Earth Day) e sensibilizzare i popoli sull’importanza della sua salvaguardia. Se negli ultimi anni si sono moltiplicate iniziative, manifestazioni e flashmob, soprattutto sulla scia dei movimenti ambientalisti, su tutti “Fridays for future” fondato da Greta Thumberg, oggi, a causa dell’emergenza Coronavirus viene celebrata in modo virtuale, attraverso hashtag, staffette multimediali e iniziative social. Su tutte “One people one planet” una maratona multimediale di dodici ore in onda dalle 8 alle 20, fatta di contenuti live variegati. Si tratta di un'iniziativa voluta da Earth Day Italia e Movimento dei focolari che partecipano al Villaggio per la Terra (manifestazione ideata da Earth Day Italia nell’ambito delle celebrazioni nazionali della Giornata della Terra).

 Artisti, cantanti, attori, scienziati, giornalisti, rappresentanti istituzionali e gente comune prendono parte alla diretta con approfondimenti, interviste ed esibizioni per lanciare un messaggio di speranza e di amore per la Terra.

Anche in Basilicata è arrivata l’onda green nel giorno dedicato al pianeta blu: la Pro loco di Acerenza ha rilanciato l’iniziativa globale invitando gli utenti Facebook a condividere in una “maratona post” degli scatti che raccontino la terra acheruntina, pubblicati poi sulla pagina ufficiale dell’associazione, accompagnati da hashtag tematici.

Molti i lucani che hanno aderito all’iniziative virtuali per la giornata di oggi e hanno condiviso contenuti tematici: Basilicata turistica e “wikilovesbasilicata” che attraverso Instagram hanno celebrato l’Earth day con uno scatto dei Calanchi, Acquedotto lucano che ha voluto segnalare la propria partecipazione rilanciando l’hashtag  #cisiamosempre. Legambiente Basilicata ha utilizzato l’hashtag #abbracciamola, ripreso anche dalla Croce rossa di Matera. Il Musma (Museo di scultura contemporanea) di Matera ha scelto, invece, una­­­ scultura di Mauro Staccioli, spiegando che si fa portatrice di un’idea di scultura strettamente legata all’ambiente circostante sotto vari punti di vista, quello fisico, sociale e politico. L’ordine dei geologi della Basilicata e i Verdi di Matera hanno aderito alla Giornata mondiale della Terra, questi ultimi sottolineando la necessità di una sensibilizzazione sul tema della tutela del nostro pianeta: «Noi Verdi facciamo la nostra parte e chiediamo a ciascuno di fare la propria, invitando tutti a partecipare a #OnePeopleOnePlanet». La Fondazione ambiente ricerca Basilicata, da sempre sensibile ai temi ambientalisti ha festeggiato la terra ribadendo il suo impegno quotidiano nello sviluppo di progetti e studi per la sostenibilità ambientale.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione