Cerca

Il libro inchiesta

Al Premio Di Lascia il giornalista di razza Amendolara fa luce sulle morti di Mattei, Pasolini, De Mauro

Nella terna dei finalisti, per la saggistica, al premio letterario intitolato a Maria Teresa Di Lascia ("Premio Strega" con "Passaggio in ombra") c'è anche Fabio Amendolara con "VelEni", il libro inchiesta sulle misteriose morti di Mattei, Pasolini e il giornalista foggiano Mauro De Mauro.

L'opera vincitrice sarà decretata il 16 settembre prossimo dall’esito dello spoglio dei voti che esprimerà la giuria popolare, composta da 35 lettori di Rocchetta Sant’Antonio (dove la Di Lascia è nata) e altrettanti di Fiuminata (il comune marchigiano dove è sepolta), con l’aggiunta dei voti assegnati dalla giuria scientifica e dalla giuria composta da studenti dell’Università di Foggia.

VelEni è l’ultimo di una serie di libri-inchiesta in cui Fabio Amendolara ha riportato alla luce il caso di Elisa Claps (ne “Il mistero di Anna”), la scomparsa di Ottavia De Luise (con “La colpa di Ottavia”), i legami tra la morte del brigadiere Santino Tuzi e quella della studentessa di Arce Serena Mollicone (ne “L’ultimo giorno con gli Alamari”). In “VelEni” si parla di intrighi di petrolio, potere e mafia, dei mandanti della scomparsa del giornalista De Mauro. Con molto coraggio, quello che sarebbe tanto piaciuto a Maria Teresa Di Lascia.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione