Cerca

Botta e risposta tra il sindaco di Foggia e l'assessore regionale al Bilancio

Tratturi, Piemontese a Landella: «Ma di cosa stai parlando?»

«La Regione interviene solo quando i Comuni non fanno i pieni di loro competenza, non è il caso di Foggia. L'accordo con l'Università non ha niente a che vedere con la valorizzazione dei tratturi, su cui i Comuni potranno sbizarrirsi»

Riordino tratturi, Landella taglia la strada a Piemontese

Franco Landella con Raffaele Piemontese

E poi la stoccata di Piemontese. «Prima che si avviasse il processo di assetto, il 15 settembre e il 22 ottobre 2014 l’Ufficio Tratturi della Regione Puglia incontrò l’assessore all’Urbanistica del Comune di Foggia proprio per coordinare le attività; e il 18 marzo 2015, nella Sala Giunta del Comune di Foggia, l’incontro si estese allo stesso sindaco, a cui fu illustrato tutto l’iter e che si impegnò a promuovere un apposito tavolo tecnico.  Malgrado il Comune di Foggia non abbia dato seguito né al coordinamento, né al tavolo tecnico, la preminenza della città 'capitale dei tratturi' sono certo si imporrà per la progettazione e per le concrete azioni che l’Amministrazione comunale saprà impostare e promuovere».

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Franco CUTTANO

    26 Novembre 2015 - 06:27

    Fa benissimo il Sindaco Franco Landella a preoccuparsi deil'interessamento della Regione Baripuglia sui nostri Tratturi Regi (Foggia Capitale indiscussa dei tratturi esistenti). Basta leggersi il furbo "Testo Unico dei Tratturi e O.N.C." per capire che dietro alle belle parole (salvaguardia, rivalutazione, programmazione etc.) c'è la volontà di Baripuglia di togliere sovranità decisionale ai Comuni per sostituirli con un oligarchico "Comitato scientifico" per fare cassa a Bari. Il Sindaco di Foggia che rappresenta la maggiore consistenza tratturale della Daunia e della Regione, farebbe bene ad allertare tutti i Sindaci dauni ed insieme bloccare i predatori. Siamo stufi di questi assessori dauni che vendono il proprio territorio per la carriera.

    Report

    Rispondi

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione