Cerca

La protesta si allarga

Non tutto il Gargano è con Conte, pure Sementino (sindaco di Vico) boccia il Contratto di sviluppo

“Il Contratto Istituzionale dello Sviluppo per la provincia di Foggia non ha alcun senso, è privo di una seppur minima visione strategica e unitaria dello sviluppo capace di integrare tutti i territori”.

Non tutto il Gargano è con Conte, pure Sementino (sindaco di Vico) boccia il Contratto di sviluppo

Michele Sementino, sindaco di Vico del Gargano

Il primo cittadino, uomo di riferimento dell'assessore regionale Leo Di Gioia (che era a Palazzo Chigi, al tavolo di presentazione dei 43 progetti da 280 milioni del CIS), si unisce alla protesta dei 29 sindaci dei Monti dauni e accusa il presidente del Consiglio di preferenze per la sua città d'origine, S. Giovanni Rotondo: «ha riservato quasi 70 milioni di euro, circa un quarto del totale degli investimenti previsti»

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione