Cerca

DIRITTI

A Foggia una grande manifestazione con medici e avvocati per affrontare il tema dei diritti sanciti dalla Costituzione

Si svolgerà il 17 dicembre dalle 19:30 l'evento di sensibilizzazione rivolto alla cittadinanza da parte del Comitato Foggia per la libertà, con l'intervento di nomi ormai noti al grande pubblico.

A Foggia una grande manifestazione con medici e avvocati per affrontare il tema dei diritti sanciti dalla Costituzione

La locandina dell'evento

Ciò anche a ridosso sia del decreto legge incostituzionale sul prolungamento dello stato di emergenza fino al 31 marzo 2022, sia del provvedimento del rettore dell'Università degli Studi di Foggia che richiede il super green pass per i laureandi, impedendo di fatto a quanti non si vogliono sottomettere

Il Comitato Foggia per la libertà ha diramato un nuovo comunicato stampa per annunciare la manifestazione statica che si terrà domani, 17 dicembre, a partire dalle 19:30 in piazza Cesare Battisti. “TUTELA DEI DIRITTI. GLI ANTICORPI COSTITUZIONALI NELLA GESTIONE DEGLI STATI DI EMERGENZA” è il tema dell'iniziativa apartitica che vedrà la partecipazione di nomi importanti al fine di sensibilizzare le coscienze dei cittadini della Capitanata alla difesa dei diritti naturali e alla valorizzazione dei diritti umani in questo momento di grave pericolo per la nostra democrazia. Davanti al Teatro Giordano presenzieranno medici e avvocati impegnati a supportare quanti si trovano a dover affrontare le difficoltà conseguenti all'usurpazione dei propri diritti a causa dei provvedimenti governativi.

Questa la scaletta prevista per gli interventi:

Avv. Edoardo POLACCO, esperto in tutela dei diritti umani

Avv. Roberto MARTINA, segretario generale Associazione ALI

Dott. Domenico MASTRANGELO, specialista in ematologia, oncologia e farmacologia clinica

Avv. Angelo DI LORENZO, presidente Associazione ALI

Dott.ssa Ornella MARIANI, studiosa, scrittrice, saggista

Dott. Giovanni FRAJESE, professore di Medicina della Università di Roma Foro Italico

Il Comitato sottolinea che "la Capitanata si propone ancora una volta come centro nevralgico del Sud per una riflessione collettiva su quel vero e proprio attentato alla Costituzione della Repubblica Italiana e ai diritti umani insopprimibili in atto nel nostro Paese. Ciò anche a ridosso sia del decreto legge incostituzionale sul prolungamento dello stato di emergenza fino al 31 marzo 2022, sia del provvedimento del rettore dell'Università degli Studi di Foggia che richiede il super green pass per i laureandi, impedendo di fatto a quanti non si vogliono sottomettere alla sperimentazione vaccinale di potersi laureare. Ragazzi che si sono impegnati e hanno pagato le tasse per anni, non di rado costringendo le famiglie a grandi sacrifici economici oppure mantenutisi agli studi lavorando, che ora non possono portare a termine il proprio percorso a causa dello zelo di un rettorato che si arroga poteri addirittura maggiori di quelli del governo, il quale non ha mai chiesto di imporre il super green pass agli studenti e/o a chi si deve laureare". Il Comitato prosegue nel ricordare "che, a prescindere da come la si pensi sul vaccino e rispettando la libertà di ciascuno, l'abuso perpetrato anche solo su una fascia di cittadini è un abuso per tutti. Per tale motivo ogni persona di buona volontà che condivide l'indignazione per questo stato di cose è invitata a dare sostegno alla manifestazione per riaffermare la propria opposizione alla discriminazione di liberi cittadini e al conflitto sociale che ne deriva".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione