Cerca

Il caso politico

Gal Meridaunia nella bufera, «De Vita peggio di Casoria»: i sindaci minacciano di andare via

Per l'elezione del nuovo Cda “E’ stato un colpo di mano. Non c’è stata alcuna condivisione! L’assemblea dei sindaci, unico organismo in rappresentanza del territorio, unico deputato a governarlo, messo alla porta, ai margini”, denuncia il sindaco di Troia Leonardo Cavalieri

Cavalieri umilia Beccia con mille voti di differenza: Troia è ancora sua

Leonardo Cavalieri, sindaco di Troia

 “Della  gestione di Casoria il CDA aveva lamentato, fino a sfiduciarlo, l’assenza di collegialità, tranne poi fare lo stesso auto-rieleggendosi. La frattura creata in seno al GAL, e non certo per volere dei sindaci, sarà difficile da risanare", dice il primo cittadino di Troia denunciando le strane manovre che hanno portato il sindaco di Casalnuovo Pasquale De Vita (politicamente gravitante nell'universo civico di Cusmai-Di Gioia) a mettere le mani sul fortino economico dei Monti Dauni, con il dominio di Confagricoltura (che spadroneggia anche al Gal dauno-ofantino)

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione