Cerca

Il profilo

Da Foggia a capo dell'Antimafia nazionale, passando per Napoli: ecco chi è Gianni Melillo, il Sagittario che ha "bruciato" Gratteri

Per l'anagrafe è nato 61 anni fa a Foggia, anche se il suo albero genealogico lascia scorgere radici irpine. È, però, Napoli a raccontare la scalata straordinaria di Gianni Melillo alla Procura nazionale antimafia.

Da Foggia a capo dell'Antimafia nazionale, passando per Napoli: ecco chi è Gianni Melillo, il Sagittario che ha "bruciato" Gratteri

Come in quel 28 luglio 2017, quando per 14 voti nel plenum del Csm soffiò la poltrona di procuratore capo di Napoli all'allora procuratore di Reggio Calabria, Federico Cafiero De Raho, che di voti ne prese 9, Melillo questa volta si è fatto bastare 13 voti del Consiglio Superiore della Magistratura per sconfiggere un altro avversario molto temibile: il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, suo diretto concorrente. Anche questa volta l'ex capo di gabinetto del ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha manifestato tutta l'ascendenza del suo segno zodiacale di fuoco, il Sagittario, nel "bruciare" il suo avversario

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione