Cerca

32 gli arresti eseguiti nell'operazione "Omnia Nostra"

"Il mare è nostro": così il clan dei "Montanari" del Gargano controllava il mercato del pesce e l'agricoltura

Il gruppo originario, parte di un più vasto aggregato criminale riconducibile ai cosiddetti 'Montanari', avrebbe consolidato ed esteso il proprio controllo del territorio anche grazie a una politica di alleanze.

"Il mare è nostro": così il clan dei "Montanari" del Gargano controllava il mercato del pesce e l'agricoltura

Gli inquirenti hanno riscontrato forme di assoggettamento violento nei confronti dei pescatori costretti a consegnare il pescato in via esclusiva alla società Marittica le cui operazioni di controllo venivano svolte da persone che presidiavano la banchina del porto di Manfredonia. Ma il controllo avveniva anche in alcuni ambiti del comparto agro-pastorale, con la consumazione di attività estorsive e di truffe ai danni dell'Inps mediante la percezione indebita di benefici. Grazie ai titoli di possesso venivano chiesti i sussidi della Politica Agricola Comune dell'Ue, in particolare tramite imprese agricole costituite 'ad hoc'. 

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione