Cerca

Il provvedimento

Mafia, il Prefetto di Foggia interdice altre 10 aziende dall'avere rapporti con la Pubblica Amministrazione

Sono tutte aziende operati nella fascia garganica. L'obiettivo, dichiara il Prefetto Grassi, è «più che mai di assicurare l'economia legale e di distogliere gli appetiti criminali verso settori che possono essere aggrediti in un momento di estrema sensibilità come quello che stiamo vivendo»

Caporalato, il prefetto di Foggia Grassi in audizione alla Camera

Il prefetto di Foggia Raffaele Grassi

Nella lista nera figurano gli imprenditori agricoli Lorenza Bove, Antonio Limosani, Annapia Martino, Pasquale Pio Martino di San Marco in Lamis, Michele Ciociola di Monte Sant'Angelo, Michele Mancini di Rignano Garganico; gli imprenditori edili Gentile Impianti Srl di Mattinata, Antonio Ianno e Michele Ianno di San Marco in Lamis; l'imprenditore commerciale Emanuele Renegaldo di Manfredonia.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione