Cerca

La reazione del primo cittadino

Agguato a Vieste, il sindaco Giuseppe Nobiletti chiede al Prefetto: «Una pulizia radicale della città»

L’agguato a Giovanni Cristalli, 34enne pregiudicato del luogo, ha scosso l’intera comunità. Il primo cittadino è molto amareggiato per l'accaduto e chiede maggiore collaborazione ai suoi concittadini e soprattutto alle Forze dell’Ordine per individuare gli autori del tentato omicidio.

Agguato a Vieste, il sindaco Giuseppe Nobiletti chiede al Prefetto: «Una pulizia radicale della città»

Il luogo dell'agguato a Vieste

“L’episodio di oggi è il più grave che sia mai successo a Vieste. Sparare in pieno giorno, nel centralissimo corso Fazzini, a due passi dal municipio con la gente che passeggiava, con i ragazzi a giocare in villa e con gli ultimi turisti di una lunghissima stagione estiva seduti al bar a gustare un gelato, è una cosa a dir poco allucinante. Mi appello soprattutto al Prefetto di Foggia. Non è concepibile che si spari alle tre del pomeriggio nel cuore della città, e soprattutto che questi malviventi si trovano ancora in libertà. E’ necessario che venga fatta una pulizia radicale in questa città, indispensabile per la vita dei nostri concittadini e dei turisti. Ancora una volta l’immagine di Vieste è stata macchiata. Ora basta”, dice il sindaco Nobiletti

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione