Cerca

L'epidemia in Basilicata

Coronavirus, dopo l'appello De Ruggieri due strutture disponibili ad accogliere i pazienti non ospedalizzati

Il Sindaco di Matera ringrazia: «Non esistono città-stato e i Comuni non possono agire in totale autonomia. Si sta facendo quello che si deve per tutelare la salute e l’incolumità dei cittadini»

Coronavirus, dopo l'appello De Ruggieri due strutture disponibili ad accogliere i pazienti non ospedalizzati

Casa Spiritualità Sant’Anna

MATERA- A rispondere all’appello del Sindaco De Ruggieri sono stati l’Arcidiocesi di Matera-Irsina e l’hotel Chiostro delle Cererie.
La prima, con una lettera inviata al Sindaco, ha comunicato la disponibilità della Casa di Spiritualità Sant’Anna ad ospitare i positivi al Covid-19 che non necessitano di ricovero ospedaliero e che non possono osservare l’isolamento nelle proprie abitazioni. La struttura dispone di un numero complessivo di settantacinque posti letto.
Si è aggiunto all’elenco anche il “Chiostro delle Cererie” che si è detto pronto a mettere a disposizione la sua struttura alberghiera composta da diciassette camere singole.
Nel rispetto delle procedure sono stati disposti successivamente sopralluoghi e verifiche del caso da parte dei tecnici della Protezione Civile regionale prima di formalizzare la disponibilità e le condizioni per l’uso dei locali in questione.
Il Sindaco della città dei Sassi ha ringraziato chi ha prontamente risposto al suo appello nell’interesse della comunità e sottolineato l’importanza di agire in ottemperanza a quanto previsto dall’articolo 6 del Decreto legge 17 marzo 2020 numero 18, denominato “Cura Italia”. Le parole del primo cittadino: «Nel nostro Paese non esistono città-stato e i Comuni non possono agire in totale autonomia come qualcuno crede che si possa fare. Si sta facendo quello che si deve per tutelare la salute e l’incolumità dei cittadini».
A conclusione della nota diffusa oggi, De Ruggieri ha colto nuovamente l’occasione per rinnovare l’appello ai materani a: «Restare a casa e a non uscire se non per i motivi strettamente necessari. I controlli della Polizia Locale sono stati intensificati e dal pomeriggio di oggi riparte lo speakeraggio in città» e non allenta le misure di isolamento per le prossime festività pasquali. Ricorda infatti ai suoi concittadini che «anche gli incontri condominiali non sono consentiti né la ricorrenza della Santa Pasqua, ormai imminente, può determinare un alleggerimento delle misure di isolamento sociale. Moltissimi esercizi commerciali garantiscono la consegna a domicilio di tutti i generi alimentari anche di quelli tradizionali pasquali».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione