Cerca

Almanacco dauno

Oggi, 6 settembre 1921, nasce a Foggia il giornalista Mauro De Mauro: ucciso dalla mafia per impedirgli di rivelare «uno scoop che farà tremare l'Italia»

Così disse il giornalista d'inchiesta del quotidiano siciliano "L'Ora", foggiano d'origine: «Ho uno scoop che farà tremare l'Italia». Era l'indagine che aveva condotto sulla morte dell'allora presidente dell'Eni Enrico Mattei

Oggi, 6 settembre 1921, nasce a Foggia il giornalista Mauro De Mauro: ucciso dalla mafia per impedirgli di rivelare «uno scoop che farà tremare l'Italia"

Mauro De Mauro

«De Mauro ha detto la cosa giusta all'uomo sbagliato, e la cosa sbagliata all'uomo giusto», disse Leonardo Sciascia. Rosario Naimo, alter ego di Totò Riina in America, raccontò ai magistrati Sergio Demontis e Antonio Ingroia che il giornalista: «...fu portato a fondo Patti, in una proprietà dei Madonia. C'era Totò Riina ad attenderlo. Il giornalista fu subito soppresso e gettato in un pozzo». De Mauro era nato a Foggia, come il fratello Tullio, noto linguista, figlio di un chimico e di un'insegnante di matematica. La sua storia è raccontata da un altro giornalista d'inchiesta, Fabio Amendolara, nel libro "VelEni"

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione