Cerca

Verso il voto

Giorgia chiama, Giandonato La Salandra risponde: "Pronto ad impegnarmi per ridare alla provincia di Foggia il ruolo strategico che le spetta"

Agricoltura, infrastrutture, diritti: i temi posti al centro della conferenza stampa di presentazione da parte dell'avvocato foggiano, alla presenza di Raffaele Fitto e Marcello Gemmato

 Il compito che si dà La Salandra è chiaro: quello "di riconoscere la provincia di Foggia, dal porto di Manfredonia alla zona Asi di Foggia, fino all'interporto di Cerignola, un vero snodo cruciale per tutta la linea Adriatica e non solo”.

“Temi, proposte, fatti, noi di Fratelli d'Italia non siamo per la politica dei bonus ma per un sistema di decontribuzione, che riporti alla centralità il marchio Italia”: esordisce così il candidato alla Camera dei Deputati (capolista nel collegio Puglia 1), l'avvocato Giandonato La Salandra. Militante di lungo corso ma considerato un volto pulito della politica, scende in campo con dei capisaldi e un suo progetto della provincia di Foggia come centro di logistica integrata per l'agricoltura. Lo ha detto oggi a Foggia durante la conferenza stampa di presentazione dei candidati di Fratelli d'Italia, per prossime elezioni politiche del 25 settembre,a lla presenza del coordinatore regionale di Fratelli d'Italia On. Marcello Gemmato, l'eurodeputato On. Raffaele Fitto, tra gli autori del programma politico di Giorgia Meloni e il consigliere regionale Giannicola De Leonardis. Si tratta di una serie di idee nate dalle radici familiari ancorate al territorio e da una serie di interlocuzioni con associazioni di categoria, enti, stakeholder, perché campagna elettorale vuol dire anche ascolto e non soltanto proclami propagandistici.

“Foggia capitale del grano non può essere una capitale nel deserto ma va pensato e soprattutto realizzato un sistema integrato di investimenti nel settore agro-industriale: pensiamo alle Zes ma anche a un serio sviluppo della logistica”: prosegue La Salandra. “D'altronde, anche la sfida quanto mai attuale della transizione energetica può e deve passare attraverso il decongestionamento del trasporto merci su ferro, con interventi che non siano pezzi spaiati di puzzle ma cavalchino una visione: quella di riconoscere la provincia di Foggia, dal porto di Manfredonia alla zona Asi di Foggia, fino all'interporto di Cerignola, un vero snodo cruciale per tutta la linea Adriatica e non solo”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione