Cerca

Questa mattina

Il giuramento dei sottosegretari pugliesi e lucani

I 42 sottosegretari nominati dal Consiglio dei ministri di venerdi' scorso hanno giurato a Palazzo Chigi, di fronte al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro.

Nel sottogoverno del presidente del Consiglio anche 4 pugliesi (Mario Turco, Giuseppe L'Abbate, i foggiani d'origine Laura Castelli e Ivan Scalfarotto) e 2 lucani (Mirella Liuzzi e Salvatore Margotta). Ecco le foto

"Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare la funzione nell'interesse esclusivo della nazione". Dopo questa formula, letta da Riccardo Fraccaro, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, i sottosegretari e viceministri del nuovo governo hanno giurato nelle mani del premier, Giuseppe Conte. La cerimonia si svolge nella Sala dei Galeoni di Palazzo Chigi: i sottosegretari e i viceministri firmano il verbale di giuramento. Si completa così la formazione del Conte bis. In tutto sono 42 le nomine: 21 al Movimento 5 Stelle, 18 al Partito democratico, 2 a Liberi e Uguali e uno al Movimento associativo italiani all'estero con il senatore eletto fuori i confini nazionali Ricardo Merlo, confermato sottosegretario agli Esteri con delega agli italiani nel mondo.

Nel sottogoverno del presidente del Consiglio anche 4 pugliesi e 2 lucani.

I pugliesi sono: Mario Turco (M5S) di Taranto, dottore commercialista, docente universitario a Unisalento, è stato eletto a marzo 2018 per la prima volta nel collegio senatoriale di Taranto, nominato sottosegretario alla programmazione economica e investimenti; Giuseppe L'Abbate (M5S(, di Polignano a Mare, laureato in informatica e tecnologie per la produzione del software presso l'Università di Bari, nominato sottosegretario alle Politiche agricole. Poi ci sono i foggiani di origine. Ivan Scalfarotto (PD), nato a Pescara, all'età di tre anni, con la sua famiglia si trasferisce a Foggia. Nel 1988 nella stessa città ha un'esperienza come consigliere circoscrizionale, eletto con i Verdi. Viene nominato sottosegretario agli Esteri, dopo aver ricoperto la carica di sottosegretario allo Sviluppo economico già nei governi Renzi e Gentiloni. Laura Castelli (M5S) nata a Torino da padre di Rocchetta Sant'Antonio, in provincia di Foggia, e da madre siciliana. Per lei l'incarico di viceministro al Mef è una riconferma, avendo svolto lo stesso impegno con il precedente governo di Giuseppe Conte. La deputata pentastellata è una punta di diamante dei 5 stelle, consigliera di Di Maio per le problematiche economiche.

I lucani sono: Mirella Liuzzi (M5S), nata a Tricarico (Matera), diventa sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico. Ha preso parte alla IX Commissione “Trasporti, Poste e Telecomunicazioni”, in cui è stata eletta segretario il 21 luglio 2015. Durante la XVII è membro della Commissione Bicamerale Vigilanza RAI. Tra il marzo 2017 e marzo 2018 è stata segretario del gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle. Alle elezioni politiche del 2018 è capolista alla Camera nel collegio della Basilicata, risultando eletta e proclamata il 19 marzo 2018. Viene eletta dall’aula della Camera dei Deputati segretario di Presidenza il 29 marzo 2018 e anche per la XVIII legislatura è membro della IX Commissione “Trasporti, Poste e Telecomunicazioni” e della Commissione di Vigilanza RAI. Salvatore Margiotta (PD), nato a Potenza, professore associato di Costruzioni rurali e territorio agroforestale presso l'Università della Basilicata, membro della direzione nazionale del PD sin dalla nascita del partito nel 2007, renziano, diventa sottosegretario ai Trasporti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione