Cerca

Operazione dei militari della Stazione Carabinieri Parco di Umbra

Parco Nazionale del Gargano: intensificati i controlli

I militari hanno fermato un automezzo Nissan Patrol con a bordo padre e figlio di Vico del Gargano. Il mezzo era caricato con circa 8 quintali di legna di provenienza illegale ed all’interno del vano motore era occultata una motosega.

I militari della Stazione Carabinieri Parco di San Marco in Lamis, invece sono stati impegnati nel contrasto dell’abbandono incontrollato di rifiuti speciali. Sono state censite diverse aree oggetto di sversamento di rifiuti di vario genere, speciali e pericolosi, nelle località “Case Schiena” agro di San Marco in Lamis, “ Via Bianca” agro di San Giovanni Rotondo.

Il Reparto Parco Nazionale del Gargano, ha intensificato i controlli sul territorio volti alla tutela naturalistica del Parco. Detti controlli hanno portato ad apprezzabili risultati operativi.  I militari della Stazione Carabinieri Parco di Umbra hanno fermato un automezzo Nissan Patrol con a bordo padre e figlio di  Vico del Gargano. Il mezzo era caricato con circa 8 quintali di legna di provenienza illegale ed all’interno del vano motore era occultata una motosega. I due soggetti noti ai militari in quanto già in passato denunciati per reati analoghi, non hanno saputo spiegare e documentare la provenienza della legna. Si  è proceduto a denunciare i due per furto di legna su proprietà demaniale, danneggiamento e distruzione di bellezze naturali. Inoltre di procedeva al sequestro dell’automezzo, della motosega e della legna.  I militari della Stazione Carabinieri Parco di San Marco in Lamis, invece sono stati impegnati nel contrasto dell’abbandono incontrollato di rifiuti speciali e non. Sono state censite diverse aree oggetto di sversamento di rifiuti di vario genere, speciali e pericolosi, nelle località  “Case Schiena” agro di San Marco in Lamis, “ Via Bianca” agro di San Giovanni Rotondo. In tutti i casi si è proceduto a notiziare l’Autorità Giudiziaria e l’ente competente per la bonifica dei luoghi.  Infine i militari della Stazione Parco di Lago Salso, sono stati impegnati nell’attività di controllo della raccolta dei funghi. Si è proceduto ad elevare sanzioni amministrative nei confronti di persone non munite del titolo autorizzativo alla raccolta dei funghi. Il controllo delle aree sensibili all’interno del Parco Nazionale del Gargano, sarà ulteriormente intensificato mediante servizi congiunti con altri reparti Carabinieri Forestali

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400