Cerca

I rossoneri all'inizio del campionato

La "Serie B" del Foggia al battesimo di Zeman

Ironia della sorte la squadra rossonera si ritroverà subito la squadra abruzzese guidata da Zeman, colui che resta ancora indimenticato in Capitanata. Saranno 1400 i sostenitori foggiani che seguiranno la propria squadra in questa prima uscita stagionale.

La "Serie B" del Foggia al battesimo di Zeman

Si è detto tanto su questa gara, si è parlato di uno Zeman che normalmente non parte in modo veemente dalle prime gare, ma resta il fatto che di fronte si troveranno due squadre che si schiereranno con uno speculare 4-3-3, sicuramente molto più equilibrato in campo quello dell'allievo, molto più votato all'attacco quello del boemo.

Siamo ormai al gong che sancirà l'inizio dell'avventura del Foggia in serie B. Il posticipo della prima giornata, quello che si disputerà domenica 27 alle 17,30 allo stadio Adriatico di Pescara, vedrà protagonista il Foggia di Stroppa. Ironia della sorte la squadra rossonera si ritroverà subito la squadra abruzzese guidata da Zeman, colui che resta ancora indimenticato in Capitanata. Si è detto tanto su questa gara, si è parlato di uno Zeman che normalmente non parte in modo veemente dalle prime gare, ma resta il fatto che di fronte si troveranno due squadre che si schiereranno con uno speculare 4-3-3, sicuramente molto più equilibrato in campo quello dell'allievo, molto più votato all'attacco quello del boemo. I rossoneri arrivano in Abruzzo non al meglio, non solo per le assenze di Loiacono e Vacca per squalifica, ma anche per una campagna acquisti non ancora completa anche e soprattutto dopo il benservito al serbo Milinkovic. In campo potrebbero scendere Guarna tra i pali, Gerbo, Martinelli, Empereur e Rubin a comporre i quattro di difesa, Agnelli, Agazzi e Deli nella parte centrale del campo e con un tridente che all'occorrenza dovrebbe essere composto da Chiricò, Mazzeo e Fedato. Saranno 1400 i sostenitori foggiani che seguiranno la propria squadra in questa prima uscita stagionale; per loro non è stato agevole recuperare il tagliando per l'ingresso nello stadio poichè non è stata consentita la vendita online e i punti vendita in provincia di Foggia erano solo due, uno a Foggia ed uno a Lucera. In ogni caso le chiacchiere, le illazioni, le critiche, le speranze al fischio di inizio dell'arbitro resteranno sotto gli ombrelloni e i tre punti, le partite reali e le considerazioni prenderanno il proprio spazio sino a maggio, quando si concluderà il campionato e i verdetti finali saranno inappellabili.  A questo punto, in attesa di abbracciare la squadra nella prossima gara interna contro la Virtus Entella, ci viene spontaneo augurare a tutti i sostenitori del Foggia, dopo lunghi 19 anni, una buona serie B.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

Alberto Mangano

Alberto Mangano
Alberto Mangano, nato nel 1962, è laureato in Scienze Biologiche e svolge la professione di informatore scientifico. Appassionato di storia locale da sempre, ha realizzato il sito www.manganofoggia.it sulla storia, gli aneddoti e le curiosità sulla città di Foggia molto visitato e apprezzato in tutto il mondo. Tifoso del calcio foggiano, per cui ha maturato anche un'esperienza nel settore giovanile, partecipa a diverse trasmissioni televisive sportive come opinionista. Nel 2010 ha pubblicato per "Edizioni il Castello" il libro "Io non sono fuggito da Foggia", che ha riscosso un grosso successo, ben oltre le più rosee aspettative. Sempre per Edizioni il Castello, ha poi pubblicato "Da grande farò il sindaco di Foggia" (2011) e, nell'ottobre 2012, "I mille anni di Foggia"

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione