Cerca

Oggi in prima

Conte e l'Europa dei Rutte

Si apre oggi il quarto giorno di trattative dei leader dei Paesi dell'Unione europea per trovare un accordo sul Recovery Fund. L'attesa è per le 16, ora in cui a Bruxelles tornerà a riunirsi la plenaria del Consiglio.

Giancarlo Usai ne parla nella rassegna stampa di RaiNews24 dei giornali di oggi, su RaiNews24, con i Direttori: Roberto Arditti e Roberto Sommella

Si apre oggi il quarto giorno di trattative dei leader dei Paesi dell'Unione europea per trovare un accordo sul Recovery Fund. Il Consiglio europeo straordinario del 17-18 luglio non si è infatti ancora concluso: le trattative, per avvicinare posizioni tra loro molto distanti (soprattutto tra Italia e Olanda, leader dei cosiddetti 'Paesi Frugali') sono andate avanti per tutto il week end e ancora la scorsa notte si sono succeduti bilaterali tra i leader per arrivare a una sintesi nella giornata di oggi. L'attesa è per le 16, ora in cui a Bruxelles tornerà a riunirsi la plenaria del Consiglio. Proprio per questo nuovo appuntamento, oggi a Bruxelles non si terrà il consueto briefing di mezzogiorno della Commissione europea. Alla plenaria di oggi il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, dovrebbe presentarsi con una nuova proposta di sintesi che dovrebbe prevedere la riduzione della componente delle sovvenzioni a fondo perduto rispetto alla proposta originale della Commissione Europea, così da tentare di accogliere l'assenso dei "frugali". A rivelare alcuni dettagli è stato lo stesso premier Giuseppe Conte nella notte: "In questo momento - ha detto - ci stiamo avvicinando allo zoccolo duro delle rispettive posizioni e il confronto diventa più risolutivo: spero si possa iniziare a valutare alcuni aggiornamenti delle poste, frutto dell'intensa negoziazione di questi giorni. Michel non ha anticipato null'altro ma ha detto che proporrà oggi una soluzione con una riduzione dei grants a 400 miliardi e 390 miliardi. La soluzione da 400 miliardi" di sussidi nel Recovery plan "condurrebbe un maggiore sconto per i Paesi che ne hanno diritto e quella da 390 miliardi un minore sconto".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione