Cerca

Il fatto politico

Emiliano piazza i suoi uomini anche a Calenda, nel campo dell'odiato Renzi

L'importante è tenere in mano le carte, non importa con chi si gioca la partita: questa è la filosofia del governatore pugliese Michele Emiliano che, a dispetto della sua fede per il Pd, fa accordi con tutti: dall'estrema sinistra all'estrema destra, imbarcando chiunque possa tornargli utile

Emiliano piazza i suoi uomini anche a Calenda, nel campo dell'odiato Renzi

Michele Emiliano con Massimo Cassano

Il direttore generale dell'Agenzia regionale per il lavoro della Puglia, il suo protetto Massimo Cassano, che le casacche politiche le ha vestite tutte, da Forza Italia a Angelino Alfano, è ora candidato con Calenda, alleato del nemico numero uno di Emiliano, cioè Renzi. A Taranto invece dietro Carfagna sarà candidato Massimiliano Stellato, il capogruppo in consiglio regionale del partito di Cassano. Da Bari Nicola Giovannetti twitta: “Massimo Cassano rappresenta tutto ciò che Calenda intende combattere: trasformismi, cambi di partito ad ogni elezione, incoerenza, una politica assistenzialista e una gestione sbagliata dei navigator. Rappresenta la morte del terzo polo in Puglia. Qualcuno glielo dica!”

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione