Cerca

L'accordo questa mattina in prefettura

Il centro accoglienza migranti di Borgo Mezzanone diventa una foresteria con i soldi del Cis stanziati da Conte

«L’Ente che rappresento darà il suo contributo fattivo mediante l’attuazione degli interventi previsti nel progetto di “Bonifica e valorizzazione del Campo di Borgo Mezzanone», dice il presidente della Provincia Nicola Gatta

Il centro accoglienza migranti di Borgo Mezzanone diventa una foresteria con i soldi del Cis stanziati da Conte

Il tavolo del protocollo con Nicola Gatta, Raffaele Piemontese, Michele Emiliano, il prefetto Grassi

«Con la sottoscrizione del Protocollo d’intesa che prevede la riconversione in foresteria del C.A.R.A. di Borgo Mezzanone, lo Stato, nelle sue diverse articolazioni, afferma la sua presenza sul territorio agevolando processi di inclusione attiva dei migranti impegnati nel settore agricolo della Capitanata», sottolinea Gatta

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione