Cerca

Il caso

Il manfredoniano Bordo (vicepresidente Pd alla Camera) chiede a Renzi di chiarire le sue relazioni con il principe saudita accusato di azioni sanguinarie

"Renzi ci dica anche se รจ ancora convinto che in Arabia Saudita sia in atto un nuovo Rinascimento e che il principe sia addirittura l'interprete di questo Rinascimento"

Michele Bordo è rieletto in Parlamento

Michele Bordo

"Verificheremo se è il caso di assumere una iniziativa parlamentare: per quanto ci riguarda c'è la necessità di chiarire questa vicenda. È utile che un senatore della Repubblica, che ha avuto un ruolo importante nella nascita di questo governo, chiarisca realmente i suoi rapporti. Renzi non è un libero cittadino che può fare e dire ciò che crede, è un senatore, rappresenta il Paese", dice il deputato foggiano Michele Bordo vicepresidente del gruppo Pd alla Camera, secondo il quale la partecipazione di Renzi alla conferenza in Arabia Saudita "è stata un errore: un intervento inopportuno e sbagliato, per le cose che ha detto". 

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione