Cerca

Il caso politico e comico

La Camera approva il decreto di Conte sulla doppia preferenza in Puglia, ma resta una presa in giro

Via libera della Camera al dl sulla doppia preferenza in Puglia, per garantire la parità di genere. I voti favorevoli sono stati 267, i no 2, 182 gli astenuti. Il testo passa all'esame del Senato. 

La Camera approva il decreto di Conte sulla doppia preferenza in Puglia, ma resta una presa in giro

Al testo non sono stati presentati emendamenti per stabilire l'obbligatorietà della composizione delle liste con le quote 60/40%, per cui i partiti hanno facoltà di operare come prima, tutt'al più pagando una multa; quindi, dopo essersi lavato la faccia con la storicità del provvedimento, che tra l'altro esautora il potere legislativo del Consiglio regionale, il governo Conte non cambia nulla, se non l'enunciazione di principio. Una colossale presa in giro, insomma, anche da parte del centrodestra, che si è astenuto, e del Pd che aveva invocato la modifica del decreto. 

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione