Cerca

La curiosità

Il drone americano che ha ucciso Soleimani della stessa famiglia del Predator in dotazione all'Amendola di Foggia

Uno di questi esemplari, utilizzato per la missione Mare Sicuro e appartenente al Gruppo velivoli teleguidati del 32/o Stormo dell'Aeronautica militare di Amendola di Foggia, e' precipitato lo scorso novembre in Libia per cause ancora non chiarite.

Il drone americano che ha ucciso Soleimani della stessa famiglia del Predator in dotazione all'Amendola di Foggia

Sarebbe stato uno di questi droni, coadiuvato da un altro della stessa 'famiglia' di Predator, a sparare quattro missili contro due auto che stavano trasportando il generale iraniano Qassem Soleimani ed altri alti funzionari a Baghdad. Questo velivolo (che costa circa dieci milioni di dollari, sensori compresi) e' in dotazione da circa dieci anni anche all'Aeronautica Militare italiana, che lo usa disarmato, per compiti di sorveglianza e ricognizione.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione