Cerca

Nelle urne dalle 7 alle 23

Tra voto disgiunto e "croce in testa" al sindaco, ecco come si vota alle comunali

Si vota per l'elezione del Sindaco e il rinnovo del Consiglio comunale su un'unica scheda di colore azzurro. Viene eletto Sindaco il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (50%+1); altrimenti si torna a votare dopo due settimane (9 giugno 2019), per scegliere tra i due candidati che al primo turno hanno ottenuto il maggior numero di voti ("ballottaggio").

Tra voto disgiunto e "croce in testa" al sindaco, ecco come si vota alle comunali

Si può votare in diversi modi: tracciare un segno solo sul candidato sindaco; in questo caso il voto viene attribuito solo al candidato sindaco; tracciare un segno solo su una delle liste collegate al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che su una delle liste collegate al medesimo candidato sindaco (in entrambi i casi il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista di candidati consiglieri); esprimere il voto disgiunto, tracciando un segno sul candidato sindaco ed un altro segno su una lista non collegata (in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata)

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione