Cerca

Il caso istituzionale

Senza vergogna: in Puglia Moro ucciso due volte nel ricordarlo con il suo carnefice Franceschini. Perruggini: «Ora basta: la Regione onori le vittime»

Il Consiglio Regionale della Puglia ricorda (14 marzo, a Bari) "Moro educatore" e, paradosso dei paradossi, lo fa invitando all'evento, organizzato con l'Ufficio Scolastico regionale, Alberto Franceschini: il fondatore delle Brigate Rosse che lo hanno ammazzato

Senza vergogna: in Puglia Moro ucciso due volte nel ricordarlo con il suo carnefice Franceschini. Perruggini: «Ora basta: la Regione onori le vittime»

Perruggini, Moro, Franceschini

Giusta l'indignazione di Potito Perruggini, nipote di Giuseppe Ciotta, il brigadiere di polizia originario di Ascoli Satriano ucciso nel 1977 da Prima Linea. «Lo stesso Napolitano nel 2007 esortò a non renderli protagonisti rischiando di dare falsi insegnamenti storici soprattutto ai giovani. Cosa aspetta la regione Puglia a ricordare invece i nomi e i volti di tutti quei pugliesi che sono stati uccisi dai Killer degli anni di piombo?»

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione