Cerca

Schiavone, la pagliuzza e la trave nell'occhio

Orazio Schiavone

Orazio Schiavone

È quanto meno curioso il tono che il consigliere regionale foggiano Orazio Schiavone utilizza nel commentare su "L'Attacco" di oggi la protesta di ex 12 dirigenti dell'IdV regionale nei confronti di Di Pietro. "Qual è il grande limite dell'Idv, il motivo del suo declino?", chiede il giornalista. E Schiavone, candidamente, risponde: «L'assenza di democrazia, ovvero la gestione dittatoriale. E la mancanza di un progetto politico». Guarda caso, le stesse accuse con le quali Schiavone è stato cacciato dalla segreteria provinciale dell'IdV di Foggia dal commissario regionale Augusto Di Stanislao, che ora Schiavone definisce come «persona incompetente».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione