Cerca

Schiavone, dall'IdV al Pdl puntando al parlamento regionale d'Abruzzo

Orazio Schiavone

Orazio Schiavone

Che personaggio politico straordinario che è Orazio Schiavone: riesce ad ottenere sempre, o quasi, il massimo risultato con il minimo sforzo. Il dentista foggiano, dopo aver lasciato Clemente Mastella, riuscì ad ingraziarsi Antonio Di Pietro e nella piccola bottega dell'Italia dei Valori gli sono bastati 3.322 voti per essere eletto nel 2010 parlamentare pugliese, assicurandosi uno stipendio di tutto rispetto (circa 11 mila euro al mese), anche grazie al sopraggiunto incarico di presidente della IV Commissione (Sviluppo Economico), e un "Win for life" (il vitalizio che Nichi Vendola non ha più abolito) niente male. Ma la notizia è un'altra. Schiavone, che frequenta ormai saltuariamente gli uffici della Regione e della sua attività politica ed istituzionale si ha scarsissima eco in Capitanata, sta guardando oltre la Puglia, ponendosi l'obiettivo di farsi eleggere consigliere regionale in Abruzzo, dove si vota nel prossimo mese di maggio, nella lista del presidente PDL Gianni Chiodi.

LEGGI TUTTO SULL'EDIZIONE DIGITALE DE "IL MATTINO DI FOGGIA" DI DOMANI (24-11-2013), DISPONIBILE DALLE ORE 23 DI QUESTA SERA. CLICCA QUI

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione