Cerca

Ruocco (Pdl) come un marito invidioso: per far dispetto alla moglie si taglia…

Ruocco (Pdl) come un marito invidioso: per far dispetto alla moglie si taglia…

Roberto Ruocco

In politica, soprattutto in politica, vale la pena guardarsi le spalle dai propri alleati piuttosto che dagli avversari. Un paradigma che trova riscontro nell’atteggiamento di Roberto Ruocco, già assessore regionale di destra con lauta buonuscita, attuale vicesindaco di Cerignola ben remunerato. Da fonti attendibili, apprendiamo che Ruocco, dopo essere stato escluso dalle candidature nel Pdl, abbia fatto i diavoli a quattro per impedire visibilità ai candidati foggiani nella lista del partito di Berlusconi. Il più sdegnato è Gianvito Casarella, per il quale a Roma si era riusciti a strappare uno speranzoso 14° posto nella lista dei candidati alla Camera in Puglia e che, invece, per le insistenti “rimostranze” di Ruocco rappresentate al Pdl nazionale tramite gli appoggi capitolini dei camerati ex alleantini, si è ritrovato al 25° posto della lista. Non sia mai che Casarella, una vita politica in An, stesso partito di Ruocco, consigliere comunale a Cerignola, stessa coalizione di Ruocco, potesse far ombra all’evanescente ex assessore regionale tenuto nell’agone politico dall’investitura a vicesindaco da Antonio Giannatempo; che, si dice, non l’ha presa proprio bene questa manovra di disturbo di Ruocco e, ciò nonostante, continua a tenerselo al proprio fianco (perché?). Ma Ruocco deve aver paura anche dell’ombra di se stesso, se i mugugni espressi per la composizione della liste Pdl hanno riguardato anche altri candidati foggiani che avrebbero potuto offuscarlo o ritargliarsi uno spazio nel panorama politico provinciale grazie a questa competizione elettorale, come il giovane e brillante avvocato foggiano Marco Scillitani fatto scivolare al 36esimo posto della lista dei candidati alla Camera. E così Roberto Ruocco, invece di lavorare per il partito che lo tiene politicamente in vita, fa di tutto per affossarlo con azioni di disturbo contro i propri candidati. Un po’ come farebbe un marito troppo invidioso, che pur di far dispetto alla moglie si taglia…

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione