Cerca

Nei tagli previsti dalla legge di stabilità 2015, i trasferimenti statati al Comune di Foggia passano da 30 milioni di euro a 25 milioni

Trasferimenti statali, il governo taglia del 16.6% la quota destinata al Comune di Foggia

Il sindaco Franco Landella: «Un taglio lineare che rischia di pregiudicare l’erogazione di servizi indispensabili. Un “regalo” che il governo nazionale ha voluto riservare ai foggiani poco prima della pausa estiva»

Trasferimenti statali, il governo taglia del 16.6% la quota destinata al Comune di Foggia

«Ho condiviso la relazione fatta ieri dal responsabile del Dipartimento Finanza locale di Ifel, Andrea Ferri, nel corso della IV Conferenza sull’Economia e la finanza locale, che ha spiegato come l’azione sui tributi locali e l’aumento delle aliquote riscontrato negli ultimi anni costituiscono scelte dello Stato centrale, e non espressione di autonomia dei Comuni. Situazione ancor più grave per quei Comuni come il nostro – sottolinea il primo cittadino del capoluogo dauno – che hanno aderito al Decreto Salva Enti che già prevede vincoli di finanza piuttosto rigidi. A questa condizione già di per se molto difficile, si aggiunge un ulteriore taglio di un milione e mezzo di euro derivante dal contributo sul minor gettito Imu/Tasi».

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione