Cerca

Opere concluse nel 2010 e liquidate per oltre 700mila euro

San Lorenzo in Carmignano, come si fa a pagare lavori bocciati dalla Soprintendenza e segnalati alla Procura?

«Detti interventi, pur non risultando autorizzati, risultavano incongruenti sotto il profilo tecnico, sotto l'aspetto culturale, storico-artistico». Lavori appaltati «ad una ditta non preposta a lavori di restauro su beni monumentali», i rilievi della Soprintendenza

San Lorenzo in Carmignano,  come si fa a pagare lavori bocciati dalla Soprintendenza e segnalati alla Procura?

La chiesetta medioevale di San Lorenzo in Carmignano a Foggia

A sollevare il caso il consigliere comunale Vincenzo Rizzi, che nell'annunciare un'interrogazione consiliare urgente, chiosa: «Mi chiedo, ma l'ordine degli ingegneri e degli architetti, per quale ragione non procede a intraprendere provvedimenti disciplinari a vari professionisti artefici di questo scempio. Meraviglia come lo stesso Comune non abbia agito conseguentemente in autotutela contro i tecnici per quello che hanno maldestramente fatto».  Già il normanno Roberto il Guiscardo a San Lorenzo in Carmignano (proprietà del Comune), a pochi chilometri da Foggia verso il santuario dell'Incoronata, vi aveva eretto una chiesa; Federico II lo considerava un luogo ideale per la caccia e l'osservazione degli animali, mentre Carlo I d'Angiò lo utilizzò più prosaicamente per l'allevamento di ovini e bovini.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione